usi-applicazioni-oli-essenziali_

Usi e applicazioni degli oli essenziali

Gli oli essenziali sono la versione altamente concentrata degli oli delle piante, estratti da molte parti di essa, come steli, foglie, radici, fiori o corteccia, ne richiamano altamente le proprietà e le caratteristiche e vengono utilizzati a beneficio della salute e della bellezza, oltre che per la profumazione dell’ambiente.

Fin dall’antichità gli oli essenziali sono stati utilizzati da molte culture nelle pratiche medicinali con scopi prettamente curativi e oggi sono sempre più protagonisti di pratiche olistiche che fanno di questi oli dei rimedi naturali straordinari per la rinascita e il recupero del benessere psicofisico.

Tra queste discipline l’aromaterapia si basa sul principio del raggiungimento dello stato di salute e sugli effetti a beneficio della mente che scaturisce proprio dagli oli essenziali: lavanda, menta piperita, olio di tea tree e incenso sono quelli più utilizzati ad uso terapeutico ma qualsiasi olio essenziale, se distillato ed estratto correttamente, può diventare un prezioso alleato della salute.

Per beneficiare delle innumerevoli proprietà di queste sostanze naturali non abbiamo che l’imbarazzo della scelta! Ecco qualche consiglio per utilizzare al meglio gli oli essenziali nella quotidianità.

Oli essenziali: 6 modi per usarli al meglio

Gli oli essenziali sono accessibili e facili da utilizzare: l’aromaterapia insegna che basta diffondere poche essenze nell’ambiente per curare stati d’ansia e creare una piacevole atmosfera di relax!

Ma questo non è l’unico modo per godere del profumo inebriante di questi oli e delle loro proprietà benefiche. Gli oli essenziali possono essere applicati, inalati o cosparsi tramite:

  1. Applicazioni sulla pelle

Il modo più semplice per utilizzare gli oli essenziali è quello di applicarli semplicemente sulla pelle, soprattutto su aree come polsi, tempie, piedi o dietro le orecchie. Essendo sostanze liposolubili si assorbono con estrema rapidità, ma per evitare reazioni allergiche e di ipersensibilità è necessario diluirli o mescolarli con un olio vettore, ad esempio quello di albicocca o l’olio di mandorle dolci, ottimi anche l’olio di jojoba, di avocado, olio di girasole o olio di semi d’uva.

 

  1. Tramite inalazione

Gli oli essenziali possono anche essere semplicemente inalati: è sufficiente posizionarne una bottiglia contro il naso e respirarne profondamente l’essenza cospargendone alcune gocce su un tessuto. Questo può anche essere un ottimo metodo per alleviare stati d’ansia e indurre il corpo e la mente al totale rilassamento, riducendo lo stress e armonizzando il sistema nervoso.

 

  1. Suffumigi

Puoi inalare i tuoi oli essenziali anche tramite vapore ed inspirare profondamente.

Utilizza preferibilmente oli essenziali dall’azione energizzante e rilassante, come l’olio essenziale di camomilla: l’inalazione di vapore può essere molto efficace se applicata con cura, rappresenta uno dei rimedi più efficaci in campo naturale per curare con successo l’influenza e gli stati di congestione nasale o respiratori.

Aggiungi qualche goccia di olio a base di erbe in una ciotola di acqua bollente, copri la testa con un asciugamano e inspira lentamente il vapore posizionando il naso a ridosso della ciotola stessa.

Se l’acqua tende a sfreddarsi o il vapore diminuisce, ripeti l’operazione aggiungendo acqua calda e qualche altra goccia di olio essenziale.

 

  1. Diffusori

I diffusori di oli essenziali sono un metodo pratico, veloce ed economico per diffondere il tuo aroma preferito nell’ambiente circostante in pochi minuti e beneficiare delle proprietà curative del tuo olio essenziale preferito.

Ne bastano poche gocce nel tuo diffusore per far circolare l’aroma nella stanza: gli oli essenziali sono sostanze volatili cioè tendono ad evaporare facilmente e se esposti al calore si rompono molecolarmente.

Dunque è consigliabile evitare i diffusori a candela, che potrebbero distruggere importanti benefici di queste sostanze proprio con il calore.

  1. Bagni rilassanti

Cosa c’è di più rilassante e terapeutico di un bagno caldo e profumato?

Aggiungi i tuoi oli essenziali preferiti alla vasca da bagno insieme ai sali di Epsom perchè si dissolvano alla perfezione nell’acqua, evita invece di combinarli con altri saponi o prodotti con sostanze chimiche e additivi.

L’aromaterapia suggerisce un bagno caldo a base di oli essenziali a lume di candela per rigenerare corpo e mente, un metodo del tutto naturale per migliorare la circolazione e alleviare lo stress!

 

  1. Massaggi aromatici

A proposito di stress, anche i massaggi aromatici sono un ottimo rimedio contro la stanchezza fisica e mentale: mescola gli oli essenziali con oli vettori come quello di mandorle dolci o l’olio di semi d’uva per un’azione rilassante e terapeutica.

Come evidenzia questo sito, oli essenziali come lavanda, mirra, arancio, melissa e incenso, sono utilizzati efficacemente contro lo stress: un’intera sezione del portale è infatti dedicata agli innumerevoli rimedi contro stati ansiosi e altri disturbi psicofisici che possono efficacemente essere trattati con gli oli essenziali.