sigarette-elettroniche-12

Come si pulisce una sigaretta elettronica?

La sigaretta elettronica, per funzionare sempre al meglio e dare le proprie prestazioni in modo ottimale, dovrebbe essere conservata sempre pulita. La pulizia della sigaretta elettronica non è in realtà un fenomeno che richiede troppo tempo: sarà sufficiente pulire l’atomizzatore tutte le sere, soprattutto se se ne fa largo uso, e quindi pulire del tutto l’e-cig ogni una-due settimane, anche in questo caso a seconda dell’uso più o meno intenso che se ne faccia. La pulizia della sigaretta elettronica è comunque un dato fondamentale, non solo per una questione di igiene, ma anche perché da essa dipende il corretto funzionamento della penna e dell’atomizzatore, e quindi la frequenza dei ricambi; di conseguenza, tenere sempre la sigaretta elettronica ben pulita e ordinata consente anche di risparmiare.

La pulizia quotidiana

Se è vero che la sigaretta elettronica richiede un po’ di manutenzione in più rispetto alla sigaretta tradizionale, comunque i benefici che essa comporta sono del tutto impagabili. Vale quindi la pena di avere un po’ di tempo da spendere nella pulizia della e-cig ma di svapare con un prodotto ben funzionante e sicuramente meno dannoso delle sigarette.

Per quanto concerne la pulizia quotidiana qui trovi le informazioni dettagliate. Essa dovrebbe, appunto, essere fatta ogni giorno, ma questo dipende anche dall’uso della sigaretta elettronica che si faccia. Comunque mantenendo la e-cig pulita tutti i giorni, sicuramente se ne allunga la vita. Ricordate solamente che alcune parti elettriche, come la batteria, vanno pulite ma non vanno mai lavate.

La tecnica più rapida per la pulizia quotidiana della sigaretta elettronica è la seguente: rimuovete filtro e batteria, ponete dal lato dell’atomizzatore dove si infila il filtro un panno morbido e dall’altra parte fischiate come in un fischietto, per fare uscire tutto il liquido, finché il prodotto risulta pulito.

Per una pulizia più profonda, invece, mettete a bollire dell’acqua nel pentolino e quindi immergetevi solo l’atomizzatore. A questo punto dopo 15 minuti spegnete l’acqua, estraete l’atomizzatore e abbiate cura di farlo asciugare molto bene.

Avvitate la batteria quando l’atomizzatore è asciutto, date avvio alla batteria per 15 secondi in modo che esso si scaldi. Ripetete ancora una volta. Per pulire la sigaretta elettronica al meglio potete ripetere il tutto un’altra volta e quindi rimontare la sigaretta elettronica e tornare ad usarla.

Ripetete questa procedura ogni volta che notate che la vostra e-cig sembra non funzionare bene. Più terrete pulita la e-cig, meglio sarà e più durerà.